EMPOLI – Giovedì 27 aprile, l’Empoli FC ha protocollato in Comune la proposta di progetto per la ristrutturazione e il rifacimento dello stadio comunale ‘Carlo Castellani’. La proposta prevede un importante intervento sull’impianto sportivo, la realizzazione ex novo di un impianto per l’atletica in zona Santa Maria, alcune modifiche alla viabilità nella zona del quartiere di Serravalle adiacente allo stadio che resta nella sede attuale. Il progetto è stato presentato in una conferenza stampa dal sindaco di Empoli Brenda Barnini nella sala stampa ‘Antonio Bassi’, proprio al ‘Castellani’, tenuta dai vertici del club, il presidente Fabrizio Corsi e dall’ad Francesco Ghelfi.

 

RIVOLUZIONE AZZURRA – «Se a Firenze hanno presentato il progetto per il nuovo stadio come ‘Rinascimento Viola’, noi a Empoli vogliamo fare la Rivoluzione Azzurra – così Brenda Barnini, ha sintetizzato l’idea che sta alla base dell’inserimento della proposta dell’Empoli FC di rifare il ‘Castellani’ dentro a tutta una serie di altri interventi che mirano al rilancio della città e del suo centro -. Il progetto dello stadio – spiega – sta a pieno titolo nel percorso intrapreso da questa amministrazione che mira allo sviluppo della città e alla sua crescita economico-sociale. L’ambizione che assieme vogliamo coltivare deve andare a beneficio di Empoli. Il sindaco deve essere garante affinché questo progetto possa realizzarsi a servizio di tutti i cittadini».

 

MAI STATI CONTRO – «Sono molto felice di fare questa conferenza stampa dentro il nostro Stadio comunale. Dall’annuncio del club, nell’agosto 2015, sono trascorsi oltre 20 mesi. Un periodo lungo, un lavoro intenso dietro da parte della società. Come tutte le cose belle per realizzarle ci vuole tempo. Noi come amministrazione non siamo mai stati contro questo progetto, il nuovo stadio è una risorsa per la città. Volevamo però tenere i piedi per terra con il fine di intraprendere il percorso giusto. Ieri finalmente è stata protocollata la proposta e possiamo dare avvio all’iter».

SVILUPPO DELLA CITTÀ – «Empoli è una città che promuove lo sport a 360 gradi – ha sottolineato Barnini –. Tengo a ribadire, la pista d’atletica non era un problema del sindaco, ma un bisogno della città e delle associazioni che gravitano attorno al ‘Castellani’. Sono molto felice di aver visto nel progetto dello stadio anche la proposta di un nuovo impianto per l’atletica. Opere che si vanno ad aggiungere ad altre che questa amministrazione ha messo come sue priorità, non possono non citare la conclusione del tratto empolese della Strada Regionale 429, ma anche la strada che collegherà Empoli Est al polo tecnlogico di via Piovola, la circonvallazione a sud della città. E poi il Progetto di Innovazione Urbana che darà un nuovo volto agli spazi del centro storico. Sono tutte azioni per Empoli e per la sua crescita».


RISOLVERE VECCHI PROBLEMI – «Da ieri abbiamo in mano una proposta vera e concreta rispetto a cui l’amministrazione ha il diritto e dovere di rispondere e di dare un parere. Doveroso che il consiglio comunale si esprima con grande attenzione su questa proposta, non solo la giunta. Sono convinta che il nuovo stadio non sia un problema, ma anzi ci darà una mano a risolvere problemi vecchi di questa città, anche di viabilità in questa zona. Grazie alle ultime modifiche alla normativa sul codice degli appalti di fronte a queste proposte possiamo andare verso un procedimento semplificato della variante urbanistica. Abbiamo intenzione di dar vita a una discussione che speriamo possa svolgersi nei tempi più brevi possibili. A questa discussione dovranno partecipare però tutti i soggetti interessati: cittadini, imprese, commercianti e ambulanti. Il mercato ad esempio deve rimanere nella zona sportiva e non deve muoversi da qui. In questi dettagli entreremo in un momento successivo. Ma il percorso partecipativo sarà fatto in modo serio».

 

TEMPI – Il sindaco Brenda Barnini ha anche illustrato i tempi in cui verrà valutato il progetto: «Abbiamo, secondo la normativa, 90 giorni di tempo per valutare la proposta su due fronti. Quello interno ai nostri uffici per esaminare la proposta nella parte economico-finanziaria e urbanistica. Per farlo avremo bisogno di tecnici specializzati nella materia. Una volta concluse le operazioni di discussione e modifica si potrà dar via alla fase di stesura del progetto esecutivo. Quello che è stato presentato adesso è un progetto preliminare, uno studio di fattibilità. Contemporaneamente organizzeremo la gara pubblica. Chi ha presentato il project ha un diritto di prelazione, ma è un adempimento obbligatorio che andrà sicuramente fatto. Ribadisco il ruolo centrale del consiglio comunale, espressione di tutti i cittadini di Empoli».

La scheda del progetto:

http://www.empolicalcio.net/file/brochureprogettodiristrutturazionedellostadiocastellani.pdf

Il video della conferenza stampa

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il commento
Per favore inserisci l tuo nome