La Kai ukulele, liuteria fra le più influenti in estremo oriente omaggia Danilo Vignola. Il marchio, partner ufficiale dell’Aquila ukulele festival tenutosi in Cina l’ultimo fine settimana di ottobre, diretto da Hana Mei è celebre per essere specializzato esclusivamente nella lavorazione dei legni pregiati per una collezione limitata e costosissima. Nella metropoli di Canton City sulla costa meridionale dello stato, infatti, l’ukulele è stato protagonista per una tre giorni interamente dedicato a questo cordofono in continua ascesa di popolarità, fra imprenditoria di settore, concerti di insigni rappresentanti a livello mondiale e workshop, il tutto promosso dall’Aquila strings leader mondiale per la produzione di corde.

Fra gli ospiti di eccellenza internazionale il lucano Danilo Vignola, che, dopo alcune lezioni e  workshop tenutesi in varie accademie musicali durante il primo giorno, ha chiuso il festival con un concerto per ukulele solo in un’ esibizione che ha coinvolto i numerosi presenti, divertiti a suon di nuovi ritmi e virtuosismi.

Gli imprenditori di settore e i dirigenti del rinomato marchio d’oriente Kai e Radon Guitars dunque, a fine esibizione del celebre talento italiano, decidono unanimemente di omaggiarlo con una targa al merito, il pezzo di liuteria più prestigioso di tutta la collezione esposta nella vasta fiera (un pregiato ukulele in mogano, ebano e koa) ed un contratto di esclusiva artistica e di immagine per Cina e Giappone per la stagione 2018.

Danilo Vignola ha saputo distinguersi ancora una volta nel suo settore, portando agli alti livelli dell’eccellenza la sua Basilicata, all’interno della grande macchina organizzativa Music China.

Approfondimenti:

Danilo Vignola ospite in Cina con il suo ukulele

Con l’ukulele di Danilo Vignola la tradizione diventa innovativa

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il commento
Per favore inserisci l tuo nome