MILANO UKULELE NIGHT

Giovedì 12 aprile si tiene a Milano nel celebre Cinema Teatro Trieste la prima edizione del Milano ukulele Night, festival promosso dalla EthnoPunk, movimento culturale ed artistico lucano fondato da Danilo Vignola e Giò Didonna. In un posto storico, che ha fatto la storia del capoluogo lombardo, in via Antonio Pacinotti  nel cuore di Milano, sarà protagonista l’ukulele, cordofono di cui il lucano Danilo Vignola è uno dei massimi esponenti.

Il 18 Settembre del 1912, all’interno di una graziosa palazzina liberty in quel mite autunno milanese nasceva Il Cinema Teatro Trieste: con una platea all’epoca di 350 posti, uno schermo forato per l’audio ed un palcoscenico. Oggi la grande sala ospita un raffinato music club, sul cui palco si alternano da anni i nomi più prestigiosi del panorama internazionale, spaziando dal jazz al cantautorato colto, il tutto unito alla grande cucina di rinomati chef milanesi. Dopo il grande successo di un concerto del duo Vignola- Didonna tenutosi al Cinema Teatro Trieste gli anni precedenti, questa volta il fenomeno lucano si ripropone con un vero e proprio festival dedicato interamente all’arte che più li ha distinti sul panorama mondiale:l’ukulele.  “Ci saranno tantissimi artisti e maestri” dice Danilo Vignola ideatore dell’evento il quale, sotto la direzione artistica di Giò Didonna, vedrà alternarsi sul palco:

Danilo Vignola & Giò Didonna (World-Sperimentale) duo di fama internazionale, con all’attivo oltre 400 concerti in tutta Europa ed in Cina. Danilo Vignola considerato il maggior esponente mondiale di tecniche e sonorità elettro-acustiche innovative, capace di strappare l’ukulele dalle radici Hawaiane per un’identità rock e mediterranea si unisce alle innovazioni ritmiche dello sperimentatore percussionista-batterista Gio Didonna

“The Naftalins” (Spaghetti-Swing) sono un n quartetto formato da Cesare Cortassa ukulele e voce, Vincenzo Vona ukulele, Antonio Bucci ukulele e fisarmonica, Davide Camilletti basso.  Propongono brani del passato con riarrangiamenti  divertenti e coinvolgenti.

Michele Boni  (Pop-World) maestro ed endorser degli ukulele Eko , chitarrista, polistrumentista delle corde e direttore di orchestra di musica etnica attivo in Italia (ha collaborato con Arisa, Fedez, Benji e Fede etc.) ed all’estero. E’ un fervido sperimentatore delle quattro corde spaziando dal pop alla World music.

“Zi Rock” and his little toys (Blues) artista di grande esperienza, si distingue per la sua poliedricità,  unione perfetta di arte e artigianato. Propone uno spettacolo blues con l’utilizzo di  solo Cigar Box costruiti da lui stesso. Durante l’evento ci sarà una piccola esposizione delle sue produzioni

“U3” (Folk-Pop) Sono un trio acustico milanese dove l’ukulele la fa da padrone. spaziano dal folk tradizionale alla musica acustica contemporanea che si intreccia con rock e pop.

Davide Donelli, celebre per la sua attività pubblicistica con articoli e saggi di argomento musicale e dirige la Scuola di Musica “C. Monteverdi” – Associazione musicale Orecchioalato di Cologno, Il maestro proporrà una performance per ukulele e banjolele di un repertorio cha va dalle origini agli anni ’50.

La città di Milano dunque, apre le porte ad uno dei fenomeni artistici e culturali più importanti della regione Basilicata offrendo un evento di qualità ed unico nel suo genere.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il commento
Per favore inserisci l tuo nome