Gli è bastato leggere il testo sui social, per rimanerne folgorato. In un attimo ha immaginato che gli sarebbe piaciuto interpretarlo e divulgarlo su ogni canale possibile.

Massimo Previtero, scrittore, poeta, sceneggiatore e attore lucano

Quel testo – una denuncia contro i maltrattamenti degli animali – è stato scritto da  Massimo Wertmuller, attore di cinema e teatro, volto noto della televisione. Da poco  ha fatto  parte del cast della fiction di Rai Uno Mina Settembre, ma i più attempati lo ricordano nelle vesti di comico in una formazione di giovani artisti, La Zavorra. Massimo Wertmuller è  nipote della grande Lina Wertmuller, recente Oscar alla carriera per i suoi film (Pasqualino Settebellezze fu pure candidato  una statuetta hollywoodiano).

A restare senza fiato, dopo aver letto il testo, è Massimo Previtero, scrittore, poeta, autore di cinema e soprattutto attore. E, con due punti di affinità con Wertmuller: l’amore per gli animali e le radici lucane.

Con la sua casa di produzione la Dil Prev cinefilm production  ha subito deciso di produrre e realizzare un video, con la regia di Emanuele Di Leo.

“Il tema – spiega Previtero – è importante: anche io, come il maestro Wertmuller, mi batto da tempo in difesa degli animali. Quel testo l’ho letto grazie al fatto che il suo autore lo aveva divulgato sui social. Ne sono rimasto subito colpito, per l’emozione che mi dava, per la bellezza delle cose che esprime. Ho pensato subito che mi sarebbe piaciuto interpretarlo.

Così Massimo Previtero ha preso il coraggio a quattro mani ed ha scritto all’autore di quel testo chiedendo di poter interpretarlo. Quando lo ha contattato lo ha chiamato “Maestro”. Ma lui si è subito risentito: “Mi chiami Massimo, altrimenti mi fa sentire vecchio.

“Ho trovato subito una persona gentile, disponibile- racconta Previtero – Mi ha dato il suo numero personale, ci siamo sentiti e mi ha subito detto di sì, che avrei potuto interpretare quel testo. Abbiamo parlato dell’amore per gli animali, che ci accomuna, ma anche per le origini lucane, che abbiamo entrambi”.

Una illustrazione realizzata da Massimo Wertmuller

Quel testo diventerà a breve un video e sarà divulgato sul canale Youtube della Dil Prev cinefilm production poi sarà pubblicato su tutte le pagine social: Facebook Instagram ecc. “E’ un vero inno alla vita che cercherò di interpretare con tutto il mio cuore – sottolinea Massimo Previtero – Ma sarà, oltre a un video di denuncia,  soprattutto un messaggio di ottimismo, per un futuro, anche immediato, che sia migliore”.

Massimo Wertmuller

Massimo Wertmuller alla fine degli anni Settanta è stato uno degli allievi del Laboratorio di esercitazioni sceniche di Gigi Proietti. E’ in quegli anni che nasce, insieme ad altri allievi del corso, l’esperienza comica con La Zavorra. E’ l’inizio di una lunghissima carriera: al cinema è diretto in più occasioni dalla zia Lina, da La fine del mondo nel nostro solito letto in una notte piena di pioggia, a Scherzo del destino in agguato dietro l’angolo come un brigante da strada. E ancora: Sotto.. sotto.. strapazzato da anomala passione (1984), Notte d’estate con profilo greco, occhi a mandorla e odore di basilico (1986) e In una notte di chiaro di luna (1989). Sul grande schermo si cimenta al cospetto di grandi attori come Alberto Sordi e Massimo Troisi e registi del calibro di Corbucci, Scola, Magni, Camerini, Nichetti, Veronesi e Edoardo Leo, Comencini, Quartullo, D’Alatri Cinzia Th Torrini e Monicelli.

Massimo Wertmuller con Alberto Sordi

Vasto anche il suo percorso professionale per la televisione. Per anni è stato uno dei protagonisti principali della serie tv La squadra e, per restare solo agli impegni più recenti, la fiction sulla vita di Nino Manfredi (in arte Nino, con Elio Germano), Mina Settembre con Serena Rossi e la fiction su Alberto Sordi.

Massimo Previtero, di Pisticci, vive a Roma, dove ha frequentato diversi corsi di formazione teatrale e laboratori, con grandi maestri del teatro e del cinema: uno per tutti, Giorgio Albertazzi. E’ autore e interprete di numerosi film, tutti con temi di grande impegno sociale: da Caro Nipote, un atto di amore nei confronti della sua nonna e della sua terra alla qual ha dedicato anche alcuni documentari, a Vincenzo il pastore lucano, da Amaramente a Vorrei una vita, che affrontano il tema dell’omosessualità.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il commento
Per favore inserisci l tuo nome