Si è spenta all’età di 85 anni Giulia Solomita, la prima donna d’Italia a ottenere la patente di guida per un autobus. Era di Satriano di Lucania e decise di prendere la patente per condurre gli autobus per dare una mano all’azienda del marito, Felice Camera, titolare delle omonime autolinee, tuttora esistenti e gestite dal figlio della donna. A StorieOggi.it Giulia Solomita ha rilasciato un’intervista nel marzo del 2019, raccontando la gioia, ma anche le sofferenze di quella scelta. “Nessuno voleva esaminarmi”, ricordava ripensando all’esame di guida. “Essendo la prima donna che chiedeva di fare l’esame, nessuno si voleva prendere la responsabilità di esaminarmi. Ricordo molto bene l’ingegnere che avrebbe dovuto esaminarmi, tanto bravo, ma anche lui mi diceva che non se la sentiva di assumersi quella responsabilità. Così ogni volta mi rimandava alla volta dopo, quaranta giorni dopo. Ogni volta vedevo i candidati uomini che superavano la prova e io che dovevo tornare la volta dopo. Non mi sono stancata, anzi forse ho preso io per sfinimento l’ingegnere. Ricordo che vennero anche altri dirigenti della Motorizzazione, per farmi sostenere l’esame”, raccontò all’epoca a StorieOggi.it.

L’intervista completa a questo link: Giulia la prima donna d’Italia a guidare un bus:nessuno voleva esaminarmi.

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il commento
Per favore inserisci l tuo nome